mercoledì 23 ottobre 2013

Il minestrone di una volta

E' autunno, tempo di primi freddi, primi termosifoni accesi, primi pigiamoni (oh, io uso solo quelli con tanto di pupazzotti dolciotti). Non so a voi, ma a me tutto questo mi fa venire in mente quelle belle minestre ricche di legumi, verdure e sapori d'altri tempi. Sono molto restìa ad utilizzare prodotti preconfezionati, perché non so mai cosa c'è realmente dentro e perché, a parer mio, si perde tutta la magia della preparazione di un pasto. Questo, dunque, è il mio minestrone. L'ho chiamato "di una volta" proprio perché ad oggi sembra quasi che se le cose non si trovano già belle e fatte e solo da riscaldare allora non si possa mangiare altro. Una volta invece, almeno a casa mia, certe cose si facevano con amore. Quell'amore che oggi cerco di trasmettere in ogni piatto che preparo :)



Ingredienti:
300 gr fagioli borlotti freschi
100 gr lenticchie
100 gr fagioli azuki
200 gr piselli surgelati
1 patata grande
1/2 cipolla
2 carote grandi
spinaci (io ne avevo di avanzati)
olio evo
chilli
sale

Procedimento: 
mettere tutti i legumi e le verdure (tagliate a pezzettoni) in una pentola capiente, aggiungere tanta acqua da ricoprirli abbondantemente e lasciar cuocere per almeno un'ora e mezza. Se necessario, aggiungere altra acqua in modo che verdure e legumi non si asciughino troppo (il minestrone non dovrà essere molto brodoso). Testare la cottura dei legumi (in particolare i fagioli azuki, che sono quelli che impiegano più tempo per cuocersi). Quando saranno pronti, prendere da parte carote e patate e passarle al minipimer con un po' di acqua di cottura riducendoli in crema. Versare la crema nuovamente nella pentola, insieme al resto. Se non avete il minipimer, basterà semplicemente schiacciare le verdure con una forchetta o con uno schiacciapatate. Aggiungere il chilli secondo il gusto (io ne metto un bel po' perché adoro il piccante), il sale e gli spinaci già cotti (se avete altre verdure simili avanzate vanno bene ugualmente, ma anche se non ne avete il risultato non sarà pregiudicato). Impiattare e aggiungere un filo di olio extravergine d'oliva a crudo. Io ho aggiunto anche dei crostini fatti con delle fette di pane in cassetta passate in padella con olio evo e poi tagliate a quadratini.

2 commenti:

  1. Sono assolutamente d'accordo con te! non sopporto le cose precotte, confezionate, surgelate... e poi i minestroni in busta fanno veramente tristezza... Invece il tuo è bellissimo e buonissimo, scalda il cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio una coccola, hai ragione!
      Grazie mille, Daria :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...